Domande frequenti su prostatite, calcolosi, infezioni, sangue, peyronie

Quali tempi e quante applicazioni di Ionoforesi?

Al momento non conosciamo la causa prima della malattia, anche se esistono diverse ipotesi. Le evidenze cliniche hanno dimostrato che è una malattia cronica, evolutiva, benigna e che invalida solo l’attività sessuale con le conseguenze del caso (problemi psicologici, di coppia ecc.).

E’ ormai documentato che si tratta di una patologia infiammatoria del connettivo della tunica albuginea (la guaina dei corpi cavernosi del pene), che determina la comparsa di placche fibrotiche anelastiche, ma non si conosce per certo la causa. Pertanto i trattamenti applicati sono frutto dell’esperienza clinica diretta e tutti mirati ad utilizzare farmaci e sostanze ad azione anti-infiammatoria, antiossidante,e antifibrotica.

Un approccio terapeutico multifattoriale mostra migliori risultati rispetto a terapie basate su una singola sostanza. Gli studi hanno dimostrato la stabilizzazione della malattia e la sua regressione in percentuali e misure varie che non possiamo mai prevedere all’inizio della terapia. Sicuramente i tempi sono lunghi.