Urtica dioica

L’ Urtica Dioica è una pianta erbacea perenne, originaria dell'Asia occidentale, diffusa in tutte le regioni temperate , Italia compresa. Nella fitoterapia moderna la radice ricopre un ruolo di primo piano, infatti essa è ricca di fitosteroli (β-sitosterolo, daucosterolo e relativi glucosidi), con meccanismo d'azione simile a quelle della Serenoa ma contiene anche lectine (scopoletina) che inibiscono l'EGF (Epidermal Grow Factor) un fattore di crescita cellulare capace di ridurre la sintomatologia e parzialmente anche il volume della ghiandola prostatica.

Pertanto l’estratto di radice di Urtica Dioica è di particolare beneficio per limitare la crescita del tessuto prostatico indotta dagli androgeni ed in particolare dal diidrotestosterone. In un studio in vitro, un estratto etanolico di radice di ortica ha inibito l'attività dell'aromatasi prostatica; tale effetto, aumentato dall'aggiunta di un estratto di Serenoa repens, diminuisce la conversione del testosterone in estrogeni, riequilibrando il rapporto androgeni/estrogeni ( la presenza di androgeni, anche se non rappresentano necessariamente la causa diretta della patologia determinano l'instaurarsi dell'ipertrofia prostatica benigna).

L'efficacia terapeutica dell'associazione di estratti di serenoa ed ortica è stata comparata con quella della finasteride(1); i benefici ottenuti in termini di miglioramento dell'IPSS e del flusso massimo urinario non presentavano differenze statisticamente significative, mentre maggiore era l'incidenza di effetti avversi nel gruppo trattato con finasteride.

La radice di ortica è indicata per trattamenti prolungati non inferiori a sei mesi, anche in associazione alla Serenoa Repens. Nel trattamento protratto è significativa la riduzione della nicturia e della sintomatologia prostatica (2;3;4) Le dosi consigliate giornaliere di estratto di radice di Urtica Dioica variano da 300 a 600mg.

Bibliografia

  1. Sökeland J. Combined sabal and urtica extract compared with finasteride in men with benign prostatic hyperplasia:analysis of prostate volume and therapeutic outcome. BJU int 200; 86(4):439-442.
  2. Schneider T, Rubben H, Stinging nettle root extract in long term treatment of benign prostatic syndrome (BPS).Results of a randomized, duble-blind,placebo controlled multicenter study after 12 months. Urologe A, 2004; 43(3): 302-306.
  3. Lichius JJ, The inhibiting effects of components of stinging nettle roots on experimentally induced prostatic i.hyperplasia in mice. Planta Med,1999;65, 7: 666-668.16.
  4. Bombardelli E, Morazzoni P, Urtica Dioica L. Fitoterapia 1997; 68,5, 387-402